Categories
Consigli per la pulizia della casa

Allergia alla polvere: consigli per pulire casa

L’allergia alla polvere è un sintomo molto comune. In questo articolo vedremo insieme cosa puoi fare per combatterla, adottando alcuni accorgimenti per pulire la tua casa. È infatti fondamentale togliere scrupolosamente la polvere in casa, quando si è soggetti ad allergia.

L’allergia alla polvere è da imputare agli acari della polvere, microrganismi invisibili ad occhio nudo, della sottoclasse degli aracnidi, che vivono comunemente nella polvere domestica. Pensa che un solo grammo di polvere contiene fino a 10 mila allergeni, provenienti dagli acari.

Con lo sviluppo dello smart working, trascorriamo ormai molto tempo nelle nostre case. Mantenere una buona pulizia di casa è quindi essenziale, per godere a pieno della comodità e degli spazi casalinghi, in piena libertà.

Una casa può sembrare pulita ma nascondere polvere, acari, peli di animali, polline, muffe: sono questi alcuni degli agenti irritanti che possono scatenare reazioni allergiche in chi ne soffre.

Limitare la presenza di questi allergeni è importante, per garantire uno spazio salubre, proprio per le persone che presentano questi sintomi.

Scopri ora i nostri 8 consigli per pulire la tua casa.

Ma come pulire casa quando si soffre di allergia alla polvere?

Vediamo insieme alcuni suggerimenti pratici per pulire casa, in caso di allergici alla polvere.

1. Se si soffre di allergia alla polvere devi tenere sotto controllo la temperatura e l’umidità in casa

Per prima cosa, se soffri di allergia alla polvere, ti suggeriamo di tenere sotto controllo la temperatura e l’umidità in casa.

Come abbiamo detto, l’allergia alla polvere è provocata dagli acari. Gli acari proliferano ad una temperatura superiore ai 20°C ed in un ambiente umido (60%-80%). Al contrario, la loro presenza diminuisce, ad una temperatura sotto ai 16° C.

Consigliamo quindi di tenere una temperatura dell’ambiente domestico inferiore ai 22 gradi ed umidità inferiore al 50%. É essenziale arieggiare gli ambienti chiusi quotidianamente, aprendo spesso le finestre in modo da ridurne l’umidità. Questa regola vale anche in inverno, visto che il riscaldamento ne favorisce la crescita.

Arieggia le stanze tutte le mattine, almeno una mezz’ora, e durante le attività domestiche che producono umidità (cucina, doccia). Suggeriamo inoltre di evitare di stendere i panni bagnati in casa poiché producono umidità nell’ambiente.

2. Utilizza panni umidi ed aspirapolvere per le pulizie di casa

Per le pulizie di casa utilizza sempre panni umidi, ed aiutati con un aspirapolvere.

Un ambiente troppo secco infatti aiuta la circolazione della polvere. Usa sempre l’aspirapolvere o la scopa elettrica dotate di un particolare filtro, chiamato HEPA (High Efficiency Particulate Air filter). Questi filtri sono in grado di trattenere le polveri più sottili ed un’ottima percentuale di allergeni. Le scope normali al contrario spostano polvere e lo sporco nell’aria senza risolvere il problema.

Sempre per evitare di spargere la polvere nell’aria, rimuovi la polvere dai mobili utilizzando un panno umido. Ti aiuterà ad evitare di dissolverla nell’ambiente.

3. Limita il numero di tappeti

Quando si è soggetti ad allergia alla polvere, l’ideale è limitare il numero di tappeti presenti in casa.

I tappeti sono un complemento d’arredo davvero elegante. Danno un tocco di personalità ed unicità alla propria casa. Purtroppo però attirano anche polvere, capelli, peli di animali e briciole. Ti suggeriamo di posizionare pochi tappeti, in punti strategici, quelli strettamente necessari. Opta per tappeti a pelo corto, da lavare regolarmente. Evita i tappetini da bagno.

Gli acari si concentrano, oltre che nei tappeti, anche nella moquette, nella biancheria da letto, in tende troppo pesanti o peluche. Sono tutti luoghi in cui si accumula la polvere. Bisogna prestare particolare attenzione a questi elementi.

Per questo motivo ti consigliamo di evitare la moquette in casa. Dai la priorità per i tuoi ambienti ai materiali lisci e duri, come legno verniciato, ceramica o pelle. I pavimenti in parquet sono i migliori per evitare l’accumulo di allergeni.

4. Lava regolarmente materassi, cuscini e tende

Procediamo con un altro prezioso consiglio. Lava regolarmente materassi, cuscini e tende.

Per facilitare questo compito, puoi rivestire materasso e cuscini con coprimaterasso e coprifedere certificati antiacaro. Si tratta di apposite fodere e custodie di tessuto, a trama fitta, impenetrabile agli acari, antiallergiche e dotate di un’apposita cerniera per poter essere estratte. Devono essere lavati spesso, ad alte temperature, ogni 4/6 mesi.

Su tali fodere è inoltre necessario passare, almeno una volta alla settimana, un panno umido, ben strizzato, per eliminare la polvere in superficie.

Cambia settimanalmente le lenzuola e le coperte, lavandole a 60 gradi. Per ulteriori informazioni a riguardo, abbiamo scritto un articolo dedicato: Come pulire e disinfettare il proprio materasso regolarmente.

Suggeriamo inoltre di non tenete gli animali domestici dove si dorme.

Infine lava frequentemente anche le tende. Non utilizzare tendaggi pesanti, ma sostituiscili con tende lavabili o di materiale sintetico.

Ricordo che tra i posti in cui si accumula la polvere ci sono anche i fantastici peluche. Sono un vero e proprio ricettacolo per gli acari: vanno lavati frequentemente e tenuti lontano dal letto.

3. Pulisci i termosifoni

Prima dell’accensione invernale ricordati di pulire bene i termosifoni.

Ci sono alcune zone della casa dove si forma la polvere, che tendiamo spesso a dimenticare. I caloriferi ne sono un esempio. Pensali ogni tanto.

allergia-polvere-come-pulire-casa

4. Pulizia dei filtri dei sistemi di riscaldamento o condizionamento

Una particolare accortezza da mettere in pratica, è pulire periodicamente e con cura i filtri del tuo impianto di condizionamento o di riscaldamento ad aria.

Consigliamo di consultare sempre il manuale di istruzioni per sapere sia come smontarli correttamente sia come pulirli in modo adeguato, poiché ogni modello è diverso.

5. Evita in casa irritanti aerei per ridurre la tua allergia alla polvere

Per ridurre la tua allergia alla polvere, evita irritanti aerei. Non fumare mai in casa ed evita odori forti come odore di vernici e colori, vapori di combustione di carbone e legna, odori intensi di fiori, profumi forti o cosmetici.

6. Pulizia quotidiana come migliore prevenzione.

La pulizia quotidiana è la migliore prevenzione e lo sforzo è minore se fatta poco a poco. Essere costanti nelle faccende domestiche è importante.

Per pulire casa agilmente è utile avere un ambiente ordinato, facile da spolverare ed igienizzare. Quindi, riduci gli oggetti che tendono ad accumulare la polvere, come soprammobili, sculture, decorazioni eccessivi ed ornamenti vari.

Scegli mobili che si possano pulire comodamente, evitando le imbottiture e se possibile prediligi i divani in pelle anziché in tessuto: in questo modo, sarà meno difficile mantenere un ambiente idoneo a chi è allergico alla polvere.

Non dimenticarti gli angoli più alti e nascosti. La polvere si accumula molto facilmente su mobili, pensili e armadietti, soprattutto nella parte alta che difficilmente abbiamo sott’occhi. Ricordati di pulire sempre dall’alto verso il basso, cioè lascia il pavimento per ultimo.

Questi sono solo alcuni suggerimenti ed accortezze importanti. Per ulteriori consigli o per valutare un intervento da parte di professionisti delle pulizie contatta subito l’Impresa di pulizie Carra per un preventivo gratuito e senza impegno,

Continuate a seguire il nostro blog, nuovi consigli verranno presto pubblicati.

Alessandro Carra

Impresa di pulizie Carra

Iscriviti subito alla nostra newsletter