Categories
Impresa di pulizia

Guida per una corretta raccolta differenziata a Milano

La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali, a vantaggio nostro, dell’ambiente in cui viviamo ma soprattutto delle generazioni future. Riusare, riutilizzare e valorizzare i rifiuti, dalla carta alla plastica, al vetro, al legno, ai medicinali, alle pile esauste contribuisce a restituirci e conservare un ambiente “naturalmente” più ricco.

Ho quindi pensato di riassumere in una semplice guida per una corretta raccolta differenziata a Milano, regole valide appunto nella città in cui lavoriamo.

Cosa buttare nell’umido (organico)

I residui organici sono trasformati in biogas, utilizzato per la generazione di energia elettrica e termica e in compost, utilizzato per la produzione di fertilizzante organico di qualità.

Piccole potature, fiori recisi, resti e foglie di piante d’appartamento, scarti e bucce di frutta e verdura, fondi di caffè, filtri di tè e tisane, avanzi di pane, pasta, riso, pesce, carne e cibi in genere eliminando i liquidi in eccesso, alimenti avariati senza confezioni, ossa, gusci di uova, lische di pesce, lattiere biodegradabili, fazzoletti e tovaglioli di carta usati, cartone della pizza con residui di cibo

NO

Materiali non biodegradabili e compostabili, pannolini, garze e cerotti, gusci di molluschi, liquidi, olio, carta per confezioni alimentari (carta oleata e plastificata), mozziconi di sigaretta, polvere o altri materiali di pulizia per la casa.

Ricordati: per la raccolta della frazione organica utilizza solo sacchetti compostabili.

Smaltimento carta e cartone

I rifiuti in carta vengono trasformati in carta riciclata, quelli in cartone sono trasformati in altro cartone, con un risparmio di risorse ed energia.

Scatole e scatoloni, confezioni in cartone e cartoncino per giocattoli e abbigliamento, scatole delle scarpe, sacchetti di carta, vaschette e scatole in cartoncino per alimenti, giornali, quaderni, cataloghi, libri e riviste (senza parti adesive, metallo, cellophane o plastica), cartoni per bevande (latte, succhi, sughi…), portauova, cartoncino e cartone ondulato, interno dei rotoli di carta igienica e carta casa, carta da ufficio, cartone della pizza senza residui di cibo

NO

Plastica, involucri in cellophane, carta chimica dei fax o auto copiante, carta contaminata da alimenti e/o solventi, scontrini fiscali, carta da forno, biglietti plastificati per mezzi pubblici, fazzoletti di carta, cartoni della pizza con residui di cibo, tutto ciò che non è carta o cartone puliti, carta chimica/carbone/vetrata, carta plastifica/paraffinata (affettati, forneria, retro di adesivi), tetrapak (latte e succhi di frutta), carta da forno, carta sporca o unta, scontrini.

Ricordati: riduci il volume e non inserire sacchetti di plastica.

Raccolta del vetro

Il vetro è un materiale prezioso e, se separato correttamente, è un materiale riciclabile al 100% e per innumerevoli volte.

Bottiglie in vetro e contenitori in vetro, barattoli in vetro, vasetti per alimenti puliti, flaconi in vetro, file di essenze ed estratti.

NO

Piatti e tazzine in ceramica, porcellana, lampadine ad incandescenza e a basso consumo, tubi al neon, specchi, cristallo, contenitori in vetroceramica (tipo pirex) o ceramica, vetri da forno, coperchi dei contenitori, bicchieri, caraffe e oggetti in cristallo, plexiglass, lastre e cocci in vetro, contenitori di materiali tossici o nocivi, sacchetti di plastica.

Ricordati: svuota il contenitore e non inserire sacchetti di plastica.

guida-corretta-raccolta-differenziata-milano

Riciclare plastica, umido ed acciaio

bottiglie, piatti e bicchieri in plastica, sacchetti, buste e pellicole in plastica o cellophane, flaconi per prodotti di pulizia e igiene personale, tubetti vuoti del dentifricio e per alimenti, vaschette in plastica o polistirolo per alimenti, pellicole imballaggio incluse quelle a bolle, Lattine per bevande, latte e lattine per olio, barattoli per conserve vegetali, vaschette per la cottura e la conservazione dei cibi, scatolame per carne, pesce e legumi, scatolette, vaschette e barattoli per il cibo per animali, bombolette spray, tappi, capsule e chiusure varie in metallo, foglio d’alluminio (come il rotolo da cucina e gli involucri per il cioccolato), scatole regalo in metallo per liquori e dolci, fusti e secchielli, tubetti per creme, conserve e prodotti igienici, grucce in metallo, pentole e caffettiere, posate, chiavi, lucchetti e catene, piccoli manufatti in metallo.

NO

giocattoli, scarpe da ginnastica, ciabatte in plastica, tappetini, arredi e manufatti in plastica, dvd, cd, musicassette e videocassette, fotografie e pellicole fotografiche, penne, ombrelli, apparecchiature elettriche ed elettroniche, piatti e bicchieri in plastica dura, contenitori in plastica etichettati per materiali pericolosi/tossici/infiammabili o corrosivi, lampadine, bombolette spray e contenitori in metallo etichettati per materiali pericolosi/tossici/infiammabili o corrosivi.

Ricordati: svuota, sciacqua e/o pulisci, schiaccia i contenitori

Cosa buttare nel secco indifferenziato

Il secco residuo non viene riciclato ma smaltito mediante combustione e utilizzato per produrre energia elettrica e termica.

Tutto quello che non può essere differenziato, materiale non riciclabile come, ad esempio, carta sporca, oleata e vetrata, piatti rotti e ceramica in genere, giocattoli in plastica non elettronici e senza pile, cd, dvd, videocassette e custodie, filtri e sacchi aspirapolvere, pannolini, assorbenti, cerotti, rasoi usa e getta, spazzolini, cancelleria (biro, portapenne, inserti,…), lampadine ad incandescenza, guanti, mozziconi di sigaretta, stracci,

NO

Tutto quello che puoi differenziare oltre a pile, oli, medicinali, contenitori e materiali pericolosi (colle, vernici, solventi, insetticidi), telefonini, ferro e rottami, rifiuti elettrici ed elettronici (anche di piccole dimensioni: MP3, radio,…), calcinacci, ingombranti, lampade a basso consumo, led, e lampade neon.

Ricordati: il tuo sacchetto dell’indifferenziato non può essere abbandonato dentro o vicino ai cestini/cestoni stradali

Dove buttare pile e farmaci scaduti

Pile

Puoi utilizzare i contenitori presenti in molti esercizi commerciali, portare le pile presso le riciclerie Amsa. In alternativa, puoi consegnarle presso il CAM (Centro Ambientale Mobile).

Ricordati: non metterle nel sacco dell’indifferenziato perché sono molto pericolose per l’ambiente.

Farmaci scaduti

Puoi utilizzare i 500 contenitori custoditi presso le farmacie.

Ricordati: elimina l’involucro di cartoncino e il foglietto delle istruzioni che devi gettare nel cassonetto bianco della carta e cartone.

Dove buttare l’olio vegetale e le lampade a basso consumo energetico

L’olio vegetale

Puoi portare l’olio vegetale usato presso le riciclerie Amsa e al CAM (Centro Ambientale Mobile). Verrà recuperato e riutilizzato per nuovi prodotti industriali.

Ricordati: non gettarlo negli scarichi domestici perché può danneggiare l’ambiente.

Lampade a basso consumo energetico

Puoi portare le lampade a basso consumo energetico presso le riciclerie Amsa (max 10 pezzi) e al CAM (Centro Ambientale Mobile). Verranno recuperati il vetro e le parti in metallo.

Per chiarimenti su questa brevissima guida raccolta differenziata a Milano non esitare a chiamarmi, sono a tua disposizione per maggiori informazioni.

Continua a seguire il nostro blog, nuovi consigli verranno presto pubblicati. Nell’attesa ti suggeriamo subito un nuovo articolo: 6 importanti vantaggi per affidarsi ad un’impresa di pulizie per il proprio appartamento.

Alessandro Carra

Impresa di pulizie Carra

Iscriviti subito alla nostra newsletter