Categories
Consigli per la pulizia della casa

Come pulire ed igienizzare la tua cucina

In cucina, dove solitamente si riunisce la famiglia, la pulizia quotidiana è fondamentale. Qui si preparano e consumano i cibi e l’igiene è quindi cruciale.

Per pulire la cucina con metodo, è necessaria un’ottima organizzazione: lava sempre dopo l’uso fornelli, tavolo e lavello. È importante inoltre ricordarsi di pulire ogni 5 giorni il secchio della spazzatura, il lampadario, le piastrelle, le finestre ed i mobili. Ma vediamo insieme alcuni consigli ed i segreti per pulire la tua cucina.

Prodotti e strumenti per pulire la cucina

Prima di tutto, controlla di avere tutto il materiale necessario per pulire la cucina:

  • Spugne
  • Guanti in gomma
  • Stracci in cotone o antistatici usa e getta
  • Panno in microfibra
  • Scopa
  • Secchio
  • Spazzolone/mocio
  • Sgrassatore
  • Detergente per pavimenti
  • Detergenti specifici (acciaio inox, anticalcare, rame, ottone, ecc)

Vediamo ora insieme come affrontare i singoli componenti della nostra cucina.

1) Pulire piastrelle e fornelli

Smonta le parti mobili dei fornelli per poi lavarle come normali pentole, a mano oppure in lavastoviglie. In caso di incrostazioni, versa acqua calda e lascia agire finché non si siano ammorbidite. Per le macchie difficili, lascia a bagno in aceto molto caldo per mezz’ora, oppure strofina con un panno imbevuto di sapone o con 1/2 limone.

Può essere utile proteggere i fornelli con un foglio di alluminio quando cucini. Ricordati però di toglierlo alla fine. In caso di piastre elettriche l’ideale è acqua e soda. Se sono molto arrugginite, strofinale bene con un panno, sciacquate, asciugate e infine passate con uno straccio unto d’olio.

2) Pulire il forno

Oltre a prodotti specifici come sgrassatori, puoi strofinare le pareti del forno tiepido con mezzo limone, fai asciugare e ripassa con una spugna umida. Se nella cottura qualcosa cade sul fondo, ricopri con del sale grosso, di modo che una volta raffreddato sia possibile farlo ammorbidire con acqua e detersivo per piatti. Infine strofina e sciacqua. Per mantenere più pulito il forno puoi proteggere le pareti e il fondo con un foglio di alluminio da applicare prima dell’accensione. Ho scritto un articolo dettagliato, qui trovi maggiori indicazioni: come pulire il forno.

3) Pulire il frigo

Pulisci l’interno con acqua e aceto e infine asciugate con un panno. Togli i residui di sporco dal foro di scarico dello sbrinamento automatico. Ogni tanto ricordi di spolverare con una spazzola morbida la griglia del motore sul retro. In caso di cattivo odore, inserisci una vaschetta con del carbone vegetale. Se vuoi eliminare il cattivo odore inserisci nel frigo un recipiente con aceto caldo e lascialo raffreddare. Soprattutto ricordati cosa non deve essere mai messo in frigo.

Non mettete in frigorifero cipolle, aglio e patate, ma teneteli in un apposito contenitore che permetta loro di respirare, in un luogo asciutto e buio. Tenete la frutta a temperatura ambiente, lasciando in frigo solo quella che volete servire fredda.

4) Pulire il freezer

Occorre sbrinare il congelatore almeno una volta l’anno o se il ghiaccio raggiunge i 2 cm. La prima cosa da fare è vuotare il congelatore, staccare la spina e lasciare lo sportello aperto, cosicché il ghiaccio si stacchi da solo. Lavare bene e infine asciugare come indicato per il frigorifero, poi riaccendetelo e fate raffreddare.

5) Pulire il forno a microonde

Per quanto riguarda il forno a microonde: tenetelo sempre pulito perché eventuali residui di cibo possono assorbire le onde rallentando il processo di cottura. Fate bollire dell’acqua all’interno ed usate una spugna per togliere le impurità.

come-pulire-cucina-impresa-pulizie-carra

Ogni quanto pulire la cucina?

Ora che sappiamo come pulire la cucina in tutte le sue parti, ecco ogni quanto pulirle.

Pulizie quotidiane:

1. Pulire piano di cottura e lavello: 20 minuti

2. Spolverare i mobili e pulirli con un panno umido: 30 minuti

Pulizie settimanali:

1. Eliminare briciole e sporco dal pavimento. Se necessario lavarlo: 5/15 minuti

2. Pulire il forno con uno sgrassatore e lavare accuratamente le teglie: 20 minuti

3. Sostituire la biancheria (tovaglie, tovagliette, strofinacci, presine): 2 minuti

4. Disinfettare le pattumiere con acqua e candeggina o ammoniaca: 10 minuti

Una tantum

1. Svuotare gli armadietti e pulirli con cura ricordandosi di verificare le scadenze e riordinare scorte e stoviglie: almeno 60 minuti

2. Per combattere le tarme del cibo ricordati di posizionare o cambiare le apposite cartine: 1 minuto

3. Pulire il frigorifero: 45 minuti

4. Sostituire i filtri della cappa di aspirazione o lavarli se sono riutilizzabili: 15 minuti

5. Pulire il filtro della lavastoviglie ed eseguire un lavaggio a vuoto con aceto bianco. Al termine, se serve, aggiungere sale e brillantante: 10 minuti

6. Pulire i vetri e infissi: 10 minuti

7. Per eliminare le macchie dal lavandino (escluso se d’acciaio) riempirlo di acqua e candeggina e lasciare agire per almeno mezz’ora: 30 minuti

Continua a seguire il nostro blog, nuovi consigli verranno presto pubblicati. Se hai dubbi non esitare a contattarci.

Alessandro Carra

Impresa di pulizie Carra

Iscriviti subito alla nostra newsletter