Impesa di pulizie CarraImpesa di pulizie Carra

Prezzi Impresa di Pulizie Milano

Quanto costa un’impresa di pulizie?

In molti ci contattano chiedendoci il listino prezzi della nostra impresa di pulizie o un preventivo telefonico in base ad una descrizione sommaria.

Le imprese di pulizia serie non vi forniranno mai un listino prezzi o dei preventivi di pulizia professionale per telefono senza aver prima fatto un sopralluogo dell’immobile. In questo articolo cercherò di spiegarvi come mai non sia possibile telefonicamente comunicarvi alcun prezzo. Per noi professionisti del settore è necessario visionare l’appartamento, l’ufficio o qualunque immobile da pulire per proporvi il giusto prezzo in base alle vostre necessità. Solo a seguito di un sopralluogo si può comprendere lo stato dell’ambiente da pulire e concordare insieme a voi la tipologia degli interventi da effettuare garantendovi le tempistiche corrette di realizzazione dei lavori.

Il prezzo di un’impresa di pulizie è infatti da considerarsi variabile in base a diversi fattori. Vediamoli insieme.

Prezzi Impresa di Pulizie: appartamenti (privati)

Può essere necessario rivolgersi ad un’impresa di pulizie quando si acquista una nuova casa ed è quindi opportuno una sanificazione profonda di  tutti gli ambienti. Oppure nel quotidiano è sempre un buon investimento rivolgersi a dei professionisti, per servizi occasionali (pulizie di fino) o regolari per diversi giorni a settimana. Questo consentirà di risparmiare una notevole mole di lavoro che ci consentirà di dedicare più tempo a noi stessi ed alle nostre famiglie.

I “Prezzi Impresa di Pulizie per appartamenti” variano in base ai seguenti fattori, da tenere in considerazione durante il sopralluogo gratuito e senza impegno, che l’impresa richiede prima di definire il preventivo:

a) Dimensioni in mq delle superfici da pulire: più grande è un appartamento e più tempo sarà necessario per pulirlo.
b) La quantità di mobilio di presente: se nella casa è presente una grande quantità di mobili verrà richiesta una maggiore attenzione.
c) Le condizioni dell’immobile: ci si può trovare nei casi in cui l’immobile è completamente vuoto perché appena venduto ma, magari in quei casi si tratta di un post-cantiere. In questo caso il lavoro da svolgere è più pesante poiché bisogna aspirare tutta la polvere del cantiere, che apparentemente non si vede, va igienizzato profondamente, pulite tapparelle ed infissi anche da vernice, puliti gli zoccolini delle porte,… Tutti lavori di precisione ed attenzione che necessita un appartamento che è appena stato consegnato dopo un cantiere aperto.
d) Numero di persone che risiedono in casa.
e) Tipo di pavimentazione (moquette, laminato, gres…).
f)  Numero di camere da letto ed il numero dei posti letto di ciascuna.
g) Dimensioni e quantità delle finestre e come si possono raggiungere.
h) Numero dei servizi igienici
i) Presenza di bambini e di animali domestici
l) Tipologia di intervento richiesto (ordinario o straordinario) : il prezzo subirà variazione a seconda della quantità di sporco da rimuovere.
m) Lavori specifici richiesti dai clienti (pulizia delle persiane o tapparelle, cantina o garage eventualmente da pulire,..): a seconda delle proprie necessità il prezzo andrà a variare di molto. Allo stesso modo il costo per una disinfestazione sarà diverso di un semplice intervento di pulizia.

n) La zona nella quale è ubicata l’impresa di pulizie: a seconda se l’azienda si trovi al nord, centro o sud italia le tariffe varieranno sensibilmente.
o) L‘impiego o meno di macchinari industriali.
p) La frequenza del servizio: una tantum o periodica

Prezzi Impresa di Pulizie: uffici

La stessa cosa vale per i prezzi dell’impresa di pulizie per gli uffici.

Ecco quali sono le variabili :

a) La Dimensione in mq dell’ufficio.
b) Il Numero dei dipendenti.
c) Il tipo di pavimentazione (moquette, terracotta, gress, etc.).
d) La posizione delle postazioni, pc, eventuali attrezzature o elettrodomestici,…                                                                    e) Il Numero dei bagni.
f) Il numero delle finestre.
g) Quantità e posizione delle prese elettriche.
h) Le ore durante le quali può avvenire il servizio
i) Frequenza del servizio: una tantum o periodica

A fronte di quanto detto saremo quindi lieti di ascoltare le vostre esigenze individuali ed in base alla vostra disponibilità organizzare un sopralluogo gratuito e senza impegno. I nostri prezzi sono competitivi ma senza compromessi sulla qualità. Il nostro personale è sempre disponibile e professionale in grado di garantire un ottimo servizio.

Se siete in dubbio non esitate a chiamarci, vi potremo dare suggerimenti in base alle vostre necessità ed accorgimenti per la pulizia e la manutenzione dei vostri ambienti.

Chiamateci nell’attesa dei prossimi consigli sul nostro blog.

Alessandro Carra.
Impresa di pulizie Carra

Pulizie in pillola – i nostri consigli

Consigli per le pulizie: suggerimenti da applicare nel vivere quotidiano

Caro lettore/cliente,

ho pensato a lungo su cosa poter comunicare che potesse veramente esserti utile nel vivere quotidiano. E’ chiaro che per lavori di una certa importanza e complessità è bene che tu ti rivolga ad un’impresa di pulizie, ed a riguardo siamo sicuri verremo considerati nella tua scelta.

In questo blog ho pensato quindi a come poterti aiutare in un modo più concreto dandoti dei consigli per le tue pulizie quotidiane, con piccoli accorgimenti che ti potranno aiutare giornalmente ed alcune dritte per districarti in questo settore apparentemente semplice, ma molto complesso, per lavori più complicati per cui sarà comunque necessario il parere di un professionista.

Ovviamente siamo a disposizione per ogni chiarimento. E per i lavori più difficili chiamateci! Siamo sempre aperti.

E’ infatti molto importante saper scegliere la tua impresa di pulizie , affidabile, professionale e seria che si sappia adattare alle tue necessità. E’ opportuno una volta individuata o davanti ad una serie di preventivi che siate in grado di comprendere cosa incide sui prezzi dei servizi di pulizie per affrontare un’opportuna ed attenta valutazione.  Sapete  quanto costa un’impresa di pulizie?   E quali sono le variabili che incidono sul prezzo? Sai qual è la differenza tra pulizia ordinaria e di fino? Lo scoprirai leggendo il nostro blog.

Ci sono secondo te dei vantaggi per affidarsi ad un’impresa di pulizie per la pulizia del tuo appartamento, o per la pulizia del tuo ufficio o addirittura per il servizio di sostituzione portierato?  Vale sempre il detto “chi fa da se fa per tre”? Non sempre! Leggi i nostri articoli e valuterai te stesso.

Per non scontentare nessuno ci sarà anche una sezione dedicata ai consigli sulle pulizie, qualche piccolo accorgimento per organizzare le tue pulizie domestiche, per migliorare l’igiene di casa nel quotidiano.

Eccoti qualche anticipazione, ma seguici, non mancheranno idee nuove:

Potrai seguirci sul nostro blog dedicato e sui nostri social media: Facebook, Instagram, Twitter, GooglePlus

Impresa di pulizie Carra

Alessandro Carra

Come scegliere un’impresa di pulizie affidabile

Scegliere la tua impresa di pulizie

Mi permetto in questo brevissimo articolo di dare alcuni consigli su come scegliere la tua Impresa di Pulizie. E’ infatti necessario considerare i bisogni e le necessità della propria azienda, nonchè gli obiettivi che volete raggiungere. Per un negozio, la cui vetrina è il suo biglietto da visita, avere delle vetrate perfettamente pulite e senza aloni comunica al cliente potenziale un’immagine ben diversa se decidesse di trascurare questo dettaglio o si dovesse avvalere di un servizio che non dovesse dare gli stessi risultati soddisfacenti e non essere quindi professionale. La stessa cosa vale per un bar o un ristorante la cui igiene è fondamentale all’occhio dei suoi clienti. Infine  chi non vorrebbe vivere in un condominio veramente pulito e sicuro anche per i propri bambini?!?!?!

I nostri consigli per scegliere un’impresa di pulizie sono i seguenti:

  • Se non avete grosse necessità, potete cercare un’impresa di pulizie di piccole dimensioni che vi darà più attenzioni e sarete più seguiti e tutelati. Potete parlare direttamente con il titolare dell’azienda che nella maggior parte casi è presente fisicamente e di conseguenza supervisiona direttamente e personalmente il lavoro.
  • Non fidatevi della solita impresa che vi promette “mari e monti” a basso prezzo. Garantire un servizio di qualità implica dei costi per l’impresa, come in tutti i settori economici, che vanno compresi e che vi aiutano a capire il valore del servizio offerto.  
  • Non fidatevi del solito “venditore” senza esperienze concrete, ma che abbia semplicemente deciso di investire il suo capitale in questo settore. Fidatevi di chi ha iniziato lavorando sul campo, rimboccandosi le maniche e che ha potuto in un secondo momento insegnare la sua esperienza personale ai suoi collaboratori.
  • Scegliete un’impresa di pulizie che abbia un’assicurazione, obbligatoria per legge.
  • Scegliete un’impresa di pulizie che offra un servizio adeguato di assistenza ai suoi clienti: che sia sempre aperta, che abbia un responsabile rintracciabile in caso di emergenze, dei tempi di risposta rapidi ed immediati.
  • Il passaparola è la miglior cosa per trovare l’impresa che fa al caso vostro. Chiedete ad altri professionisti del settore a quali imprese di pulizie si rivolgono. Se conoscete qualcuno che è soddisfatto dell’impresa che usa, chiedetegli tutte le informazioni sulla qualità del lavoro e sulla professionalità e puntualità degli impiegati. Altrimenti chiedete all’azienda stessa le sue referenze, che saprà indicarvi senza problemi, soprattutto se è da diverso tempo nel mercato. 
  • Qualità-prezzo: ormai è uso comune chiedere diversi preventivi prima di scegliere. Nella scelta decisiva dovete verificare diversi fattori, infatti molte imprese di pulizie vi offriranno servizi a prezzi molto bassi, quasi impossibili per essere veri. Rischiate che le imprese che chiedono meno non siano assicurate oppure che abbiano del personale non qualificato e non in regola. Le imprese di pulizie di qualità investono tempo e denaro, perciò considerate che la qualità si paga.
  • Infine l’impresa di pulizie dovrebbe comunicarvi una lista di compiti con tutti i dettagli delle operazioni, verifica che ci sia tutto quello che richiedete e condividi le tue richieste. È importante sapere quali servizi sono inclusi nel prezzo pattuito, quanto costano eventuali servizi straordinari, quali servizi aggiuntivi offre, quali compiti saranno svolti e con quale cadenza periodica.

Continuate a seguire il nostro blog, altri consigli verranno pubblicati a breve. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci, siamo a vostra disposizione per rispondere ad ogni vostra domanda, o curiosità. 

Alessandro Carra
Impresa di pulizie Carra

Cosa incide sui prezzi dei servizi di un’impresa di pulizie?

Cosa incide maggiormente sui prezzi dei servizi di un’impresa di pulizie?

In quest’articolo l’Impresa di pulizie Carra proverà a spiegarvi le variabili che rientrano nella formulazione dei prezzi di un preventivo per un servizio di pulizie .

Spesso mi capita che molti clienti mi contattino richiedendomi prezzi e preventivi via internet o telefonicamente. Mi comunicano solo alcune informazioni che loro ritengono utili, senza darmi la possibilità di effettuare un sopralluogo, per me assolutamente fondamentale per valutare e stilare un’offerta quanto più possibile dettagliata e completa, nonché idonea alla loro necessità.

In quest’articolo ci terrei infatti a voler spiegare che la nostra impresa di pulizie per definire i propri prezzi e stilare un preventivo necessita di effettuare un sopralluogo per verificare di persona lo stato dell’immobile, le condizioni, i lavori da svolgere ed i bisogni del proprio cliente.

L’importanza del sopralluogo per determinare il prezzo di un preventivo di un servizio di pulizie

Per avere il prezzo più veritiero possibile serve una visita sul luogo perché solo un occhio esperto potrà verificare eventuali varianti che implicano la determinazione del prezzo finale.

Oltre alla grandezza dell’appartamento o dell’immobile, entrano in gioco altri fattori che solo un professionista è in grado di valutare e può farlo attraverso un sopralluogo per noi gratuito e senza impegno. Ci tengo a precisare che ciò non comporta eventuali ritardi nell’esecuzione del lavoro, in base alle vostre necessità di consegna. E’ opportuno accordarsi per tempo su orari e modalità ed il tutto verrà effettuato senza alcun ritardo in base al lavoro che sarà necessario svolgere.

Quali sono gli elementi che incidono maggiormente sulla determinazione del prezzo di un preventivo di un servizio di pulizie

Solo in seguito ad un sopralluogo la nostra impresa di pulizie in grado di definirne il prezzo con un preventivo completo e corretto.

Gli elementi che incidono maggiormente sul prezzo del preventivo di un servizio di pulizie sono: la durata del lavoro, le condizioni e lo stato in cui si trova l’immobile da pulire, verificabile solo di persona, di conseguenza il numero di persone addette al servizio, le tempistiche e la quantità di prodotti igienici professionali che serviranno, nonché la strumentazione da utilizzare.

Vediamo alcuni esempi.

Ad esempio, per un preventivo per le pulizie domestiche di un’abitazione privata occorre verificare la grandezza dell’immobile, il numero di stanze da pulire, se l’appartamento è vuoto oppure ammobiliato, le condizioni di pulizia attuali, la tipologia di interventi di pulizia da effettuare che si richiedono, la frequenza d’intervento, la durata del contratto, la richiesta di utilizzo di macchine ed attrezzature per specifici interventi.

Se invece si richiede un preventivo per la pulizia di un condominio occorre verificare il numero di scale, di piani, pianerottoli, se è prevista la pulizia del portone d’ingresso, vetrate e numero di vetrate, dell’ascensore, delle zone di accesso ai garage e di altre parti comuni, se si richiede il servizio di rotazione sacchi dell’immondizia, portierato, o altri servizi accessori che andranno a comporre il mansionario, l’attuale condizione del condominio per verificare eventuali interventi di fino prima di iniziare il lavoro.

Se si richiede un preventivo per la pulizia di uffici o negozi occorre verificare, oltre ai metri quadrati dei locali da pulire ed alla frequenza con cui vanno effettuati i lavori, anche le eventuali mansioni specifiche da eseguire come ad esempio la pulizia dei monitor dei pc e l’igienizzazione di bagni pubblici.

Ci tengo infine a precisare che il nostro personale è regolarmente assunto, specializzato nell’utilizzo di attrezzature e prodotti di prima qualità specifici per soddisfare tutte le necessità dei nostri clienti. Anche questo aspetto è un elemento importante da tenere a mente nella scelta di un’impresa di pulizie.

Se avete bisogno di un’impresa di pulizie per il vostro condominio, ufficio o casa a Milano, provincia, Monza e Brianza, non esitate a contattarci. Metteteci subito alla prova. e avete bisogno di un’impresa di pulizie per il vostro condominio, ufficio o casa a Milano, provincia, Monza e Brianza, non esitate a contattarci. Metteteci subito alla prova.

Il sopralluogo ed il preventivo sono gratuiti e senza impegno.

Alessandro Carra

Impresa di pulizie Carra

Impresa di pulizie Carra

Come scegliere un’impresa di pulizie uffici – Milano e Provincia

Come scegliere un’impresa di pulizie per i propri uffici a Milano e Provincia

La pulizia degli uffici, dove le persone trascorrono la maggior parte del proprio tempo, richiede accuratezza e molta attenzione. Prima di tutto è una questione di immagine se si ospitano clienti ma soprattutto è fondamentale la salvaguardia della salute delle persone che ci lavorano. E’ infatti importante igienizzare gli ambienti garantendo la massima qualità per la sicurezza dei propri lavoratori. Per questo motivo è fondamentale scegliere un partner di fiducia, serio e competente, che svolga la pulizia dei vostri uffici scrupolosamente, senza trascurare alcun dettaglio.

Quali fattori valutare nell’impresa di pulizie uffici:

  • E’ bene affidarsi ad un’impresa di pulizie presente sul mercato con esperienza pluriennale ed una solida organizzazione. Spesso la grandezza dell’azienda non è un elemento determinante. Molto più importante la sua capacità organizzativa e di conseguenza la sua professionalità. Se non avete grosse necessità, anche un’azienda di pulizie di medio-piccole dimensioni vi saprà dare molte più attenzioni e sarete più tutelati e seguiti. Potrete chiamare direttamente il titolare dell’azienda che sarà presente e supervisionerà direttamente e personalmente tutti i lavori dei propri operai con un supporto notevole.
  • Scegliete un’impresa di pulizia che offra un servizio adeguato di assistenza ai clienti: sempre aperta, che abbia quindi un responsabile rintracciabile in caso di emergenze, dei tempi di risposta rapidi ed immediati.
  • Valutate l’ottimo rapporto qualità-prezzo: diffidate di preventivi troppo bassi, rischiate che le imprese che vi offrono queste super offerte abbiano personale non in regola e non qualificato, o non siano assicurate. Le imprese di pulizie di qualità investono tempo e denaro. Garantire un servizio di qualità implica dei costi per l’impresa, come in tutti i settori economici, che vanno compresi e che vi aiutano a capire il valore del servizio offerto.
  • Affidatevi ad un’impresa seria e competente che si avvalga di personale altamente qualificato e preparato. Assunto in regola e soggetto a continui corsi di aggiornamento.
  • Appoggiatevi ad una ditta di pulizie che prediliga l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, sempre più efficienti per ottimizzare il lavoro e raggiungere dei risultati più che soddisfacenti.
  • Scegliete un’azienda di pulizie che abbia un’assicurazione, obbligatoria per legge.
  • Referenze: il passaparola è la miglior cosa per trovare la tua impresa.
  • Infine nello specifico, per il servizio di pulizie uffici, valutate imprese di pulizia versatili dal punto di vista delle fasce orario di intervento: considerando che si richiederà di intervenire quando gli ambienti sono vuoti, valutate che l’impresa sia disposta ad intervenire nelle prime ore del mattino oppure la sera, quando negozi ed uffici sono chiusi. Su questo aspetto torna di fondamentale importanza la fiducia, affidarsi ad un partner affidabile è fondamentale, poiché bisognerà consegnare le chiavi a professionisti che si avvalgono di operai onesti e di fiducia.

Come opera l’impresa di pulizie uffici:

  • Un’impresa di pulizie seria prima di tutto vi richiede un sopralluogo, gratuito e senza impegno, presso gli uffici. Il sopralluogo è necessario per potervi conoscere, verificare le vostre effettive esigenze e verificare di persona il vostro ufficio e le condizioni e lo stato in cui si trova. E’ imprescindibile per programmare un intervento mirato ed efficace che possa soddisfare le vostre necessità.
  • In base a ciò verrà infatti stilato un preventivo personalizzato assolutamente gratuito in cui verranno definite attività, eventuale periodicità dei lavori, mansioni extra, e relativi costi. Il rispetto di tale accordo è punto importante e fondamentale di un’azienda seria dalla quale non avrete sorprese al termine dei lavori.

Continuate a seguire il nostro blog, altri consigli verranno pubblicati a breve.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci, siamo a vostra disposizione per rispondere ad ogni vostra domanda, o curiosità.

Per un preventivo ed un sopralluogo gratuiti e senza impegno, chiamateci, siamo a vostra disposizione. Metteteci alla prova.

Alessandro Carra
Impresa di pulizie Carra

Come pulire il parquet

Il parquet è un tipo di pavimentazione in legno ad oggi ancora molto utilizzato ed apprezzato per le nostre case, uffici ed abitazioni. Dona calore ai nostri ambienti rendendoli accoglienti e molto eleganti. Tra le qualità peculiari di una pavimentazione in legno spiccano il buon isolamento termico, l’isolamento acustico, la resistenza all’usura, la durezza e l’elasticità. E’ importante però saper pulire il parquet senza rovinarlo, mantenendolo lucido per molto tempo.

E’ un materiale “vivo” che risente degli sbalzi di temperatura. Inoltre una volta posato, subisce con il tempo un processo di ossidazione dovuto all’esposizione alla luce e all’aria. Infatti questo può comportare un cambiamento di colore con le venature che diventano meno evidenti. E’ infatti un materiale delicato che deve essere trattato con cura se vogliamo conservarlo a lungo. Il pavimento in legno ha inoltre una vita lunghissima: basta una semplice levigatura per rinnovarlo completamente. Suggeriamo in questi casi di appoggiarsi a dei professionisti.

Ma vediamo insieme come pulire il parquet nel modo corretto senza rovinarlo.

Quale tipologia di parquet abbiamo in casa?

Prima di scoprire come pulire il parquet bisogna capire quale tipo abbiamo in casa. Consultate quindi sempre la scheda identificativa ed il certificato di qualità del produttore del pavimento in legno che il rivenditore ha l’obbligo di fornirvi. Verificate quindi le informazioni riferite alla buona conduzione e manutenzione oltre alla finitura trattata.

Il legno del parquet può essere: teak, wengè, noce, rovere, faggio, etc… . Può avere una superficie liscia, spazzolata o irregolare per lavorazioni quali piallatura, tagli sega, etc, e può essere trattato con olio, cera o con vernice ad acqua. Nel primo caso si ottiene un effetto molto naturale, ma richiede una cura particolare mentre. Nel trattamento con la vernice, si ottiene un effetto lucido, che lo rende più facile da trattare. Queste informazioni sono utili per capire l’eventuale modalità di mantenimento del pavimento in legno, ad esempio se finito ad olio o cera avrà necessità, dopo un determinato periodo, di essere ri-oliato o ri-cerato.

Consigli su come pulire il parquet

Qui seguito vi riportiamo alcuni fondamentali consigli per pulire il parquet senza rovinarlo:

1. Conoscere il tipo di legno con cui è realizzato il parquet, perché non sono tutti uguali e non hanno tutti lo stesso grado di resistenza. E’ importante quindi rispettare le istruzioni di manutenzione presenti nel certificato di acquisto.

2. Prima di ogni lavaggio aspirate il parquet. E’ molto più importante di lavarlo. Se l’operazione viene fatta quotidianamente è la miglior pulizia che si possa fare. Procedete con un’accurata aspirazione di tutta la superficie del pavimento per togliere ogni tipo di elemento che possa danneggiare il parquet. La pulizia periodica deve essere effettuata passando sul pavimento un aspirapolvere con spazzole per parquet o, in alternativa, utilizzando salviette elettrostatiche.

3. Usare l’acqua come unico elemento per pulire la pavimentazione in legno toglie luminosità e non deterge a sufficienza. La sola acqua non sgrassa la superficie del pavimento. Bisogna usare la giusta quantità di acqua. Anche l’acqua non è una grande amica del parquet e occorre evitare che venga versata in grande quantità. In quest’ultimo caso va eliminata con celerità per evitare aloni e macchie in controluce. L’utilizzo eccessivo di acqua è dannoso perché questa tende a insinuarsi tra una tavoletta e l’altra, attraverso le microfessure che ne favoriscono la penetrazione. L’umidità trattenuta fa gonfiare il legno, materiale altamente igroscopico, provocandone alterazioni. In ogni caso l’acqua non va demonizzata. Usata nel modo e nelle opportune quantità risulta necessaria alla realizzazione di una pulizia più approfondita. Durante il lavaggio, non versare l’acqua direttamente sul pavimento, ma utilizzare sempre uno strofinaccio inumidito e ben strizzato.

4. Utilizzate prodotti neutri adatti alle superfici delicate.

5. Eliminate del tutto l’impiego di detersivi chimici aggressivi che possono solo nuocere al nostro parquet: sostanze schiumose, abrasive, acide, corrosive, sia chimiche che naturali, che possano intaccare la superficie. Le sostanze da evitare sul parquet sono i liquidi in generale e in particolare alcool o candeggina, ma anche sostanze impiegate quotidianamente in cucina, come olio, latte o vino.

6. Non usate robot, vaporelle e macchinari industriali in quanto utilizzano o temperature troppo alte che rovinano la finitura o troppa acqua che penetra nel pavimento, od infine prodotti troppo aggressivi.

7. Usate strofinacci a pelo lungo se la superficie del legno è ruvida ed irregolare, oppure a pelo corto se è liscia. I migliori strofinacci sono quelli di spugna di puro cotone o in buona microfibra di cotone.

8. Usate spazzettone rettangolare con setole di plastica o di saggina in quanto ha una maggiore superficie e le setole aiutano nella pressione dello strofinaccio. Lavorate con due strofinacci, uno in ammollo ed uno in uso, cambiandoli a turno. Strizzate leggermente lo strofinaccio bagnato e passate con l’aiuto dello spazzettone il parquet cercando di andare in senso lungo vena e poi in forma rotatoria. Scambiate e risciacquate spesso lo straccio e quando l’acqua nel secchio diventa scura e sporca cambiarla subito. Finchè l’acqua nel secchio è scusa significa che il pavimento non è pulito ed ha bisogno di essere rilavato. Lasciate asciugare.

9. Arieggiate sempre gli ambienti in cui è posato il parquet.

10. Mantenete la temperatura degli ambienti tra 15 e 22 °C e mantenete l’umidità relativa dell’aria ambientale tra il 45% e il 65%. Il parquet, infatti, tende a ritirarsi con l’aria secca e a gonfiarsi con l’aria umida. Mantenendo invece temperatura e umidità al punto giusto, si possono evitare spaccature e fenditure pericolose.

11. Non coprite per lungo tempo il parquet con tappeti ed evitate anche quelli che tendono a scolorire. Proteggete il parquet in caso di lavori e utilizzate sempre i prodotti di pulizia e manutenzione consigliati dai fornitori.

12. Tenete sempre uno zerbino all’ingresso e utilizzate in casa pantofole o pattine il più possibile, per evitare che polvere e residui si trasferiscano dalle scarpe sul parquet. Usate sempre feltrini sotto le sedie, per scongiurare gli antiestetici graffi in superficie.

13. Non utilizzate macchine a vapore che potrebbero danneggiare il parquet. Prediligete invece scope con frange oppure panni specifici per la pulizia dei pavimenti in legno, che non graffiano ma eliminano polvere e residui efficacemente.

Queste accortezze sono importanti se si vuole pulire il parquet da soli, ma il consiglio migliore è sempre quello di ingaggiare imprese di pulizie specializzate e che diano garanzie del risultato. Soprattutto eventuali operazioni di ripristino straordinario, come il rinnovo del parquet ad olio o vernice, vanno valutate con tecnici operatori qualificati, ricorrendo a levigatura e rifinitura successiva della superficie.

Contatta subito l’Impresa di pulizie Carra per un preventivo gratuito e senza impegno o se vuoi maggiori informazioni.

Continuate a seguire il nostro blog, nuovi consigli verranno presto pubblicati.
Alessandro Carra

Pulizie del tuo appartamento di Milano

I 6 vantaggi per affidarti ad un’impresa di pulizie per il tuo appartamento di Milano

La vita frenetica ed i ritmi di Milano ti opprimono? Se si lavora tutto il giorno, e si desidera avere una vita sociale, godersi la famiglia, si dovrebbe probabilmente pensare di rivolgersi ad un’impresa di pulizie per la pulizia del proprio appartamento o villa di Milano e provincia. Potresti non averci pensato abbastanza, ma perché passare il tempo a pulire, spazzare, scuotere tappeti e spolverare quando potresti passare il restante tempo a rilassarti, andare al museo, divertiti e mangiare fuori con gli amici? Con questo articolo l’Impresa di pulizie Carra vuole spiegarti perchè rivolgersi ad un’impresa di pulizie per la propria casa.

Risparmio di tempo per la pulizia del vostro appartamento

Assumere un’impresa di pulizie che provvede a pulire il tuo appartamento al tuo posto innanzitutto ti consente di risparmiare tempo e fatica. Tempo che puoi dedicare nel fare altro, attività ed hobby che sono per te certamente più importanti.

Pulizie professionali per il vostro appartamento

L’impresa di pulizie si serve di personale altamente qualificato e competente, che conosce le tecniche ed i metodi per pulire, igienizzando adeguatamente gli ambienti. E’ importante conoscere i materiali, le superfici e sapere come questi debbano essere trattati, utilizzando i prodotti giusti, per non creare alcun danno al proprio cliente. Operatori non qualificati od improvvisati non potrebbero garantire un servizio di così alta qualità e sopratutto la sicurezza di una pulizia accurata e precisa, con il rischio di utilizzare prodotti non indicati per determinati pavimenti, superfici e arredi.

Sicurezza

I nostri professionisti rispettano scrupolosamente le regole di sicurezza sul lavoro e le procedure standard. Questo consente che non ci siano rischi durante i lavori e tutto venga svolto nel rispetto dei corretti metodi di lavoro. Il personale inoltre è assicurato ed assunto in regola.

Fiducia

La sicurezza non è solo legata ad eventuali rischi sul posto di lavoro ma anche alla sicurezza di affidare la propria casa a persone oneste e di fiducia. Per poter svolgere i lavori, generalmente si consegnano le chiavi del proprio immobile all’impresa di pulizie che opera negli orari in cui non siete a casa. Affidarsi quindi ad un’impresa affidabile anziché un singolo individuo, di cui non si hanno referenze e garanzie, è sicuramente molto più sicuro. L’impresa infatti garantisce sull’affidabilità dei proprio operai. Ti potrai fidare delle persone a cui affiderai completamente la pulizia del tuo appartamento.

Affidabilità e precisione

L’impresa di pulizie stipula un contratto con il proprio cliente. Si contraddistingue per una specifica organizzazione ed il rispetto dei compiti e tempi d’intervento. Le imprese di pulizie come la nostra si impegnano a svolgere i lavori concordati ad un determinato prezzo e nelle tempistiche definite, agendo secondo procedure studiate ed adottando tecniche ben precise, sopratutto se parliamo di grandi ville e complessi di ampi spazi. Lavori, prezzo, e tempestiche preventivate ad inizio lavori non subiranno variazione, anche in caso di eventuali imprevisti che l’impresa sarà assolutamente in grado di gestire e con la sua organizzazione risolvere, senza interruzioni o cambiamenti. In questo modo non avrai alcuna sorpresa a fine lavoro.

Prodotti professionali per le pulizie ed attrezzatura adeguata

I nostri operai sono dotati di prodotti professionali per le pulizie adeguati ad ogni superficie da trattare e soprattutto alle necessità del cliente. I prodotti impiegati rivestono infatti un ruolo essenziale. Tutti i prodotti utilizzati sono selezionati, testati ed usati quotidianamente per il conseguimento dei risultati che durano nel tempo.

Se a seguito di questo articolo vuoi metterci alla prova, contattaci subito per un preventivo ed un sopralluogo gratuito e senza impegno.

Continuate a seguire il nostro blog, a breve altri articoli verranno presto pubblicati.

 

Come pulire i caloriferi

Purtroppo il freddo sta arrivando e tra poco dovrete accendere i caloriferi, se qualcuno di voi non l’ha già fatto. Indispensabile pulirli e spolverarli in vista del loro utilizzo futuro. Ma come pulire i caloriferi? Vediamo insieme come fare.
Ricordatevi che il termosifone acceso attiva polvere e sporcizia causando anche rischi di salute a chi è allergico. Togliete la polvere che vi si accumula per rendere l’aria di casa più salubre. Inoltre questo è il primo passo per evitare problemi di manutenzione e conservare il buon funzionamento dei caloriferi.

Pulire i caloriferi: materiale

  • Prima di mettervi all’opera munitevi di:
  • spazzola a manico lungo pulisci polvere o scovolino per bottiglie nelle fessure più strette
  • phon
  • aspirapolvere
  • spugnetta morbida non abrasiva
  • panno morbido
  • secchio
  • fogli di giornale o teli
  • 1 litro d’acqua calda
  • ½ bicchiere di alcol
  • ½ bicchiere di aceto bianco
  • 4 gocce di detersivo per i piatti

Pulire i caloriferi: procedimento

Prima di procedere dovete spegnere il termosifone e farlo raffreddare. Potete togliere la polvere utilizzando una speciale spazzola a manico lungo pulisci polvere che riescono a catturare la polvere ed eliminarla negli angoli più difficili, in quanto sono affusolate e sanno restringersi in base alla differente grandezza delle fessure.
In alternativa se non siete dotati dell’apposito strumento potete rimuovere la polvere con l’aspirapolvere se provvisto di beccuccio lungo e stretto.
Abbiamo un altro trucchetto, sistemate uno straccio bagnato dietro il calorifero ed uno sul pavimento. Con l’aiuto del phon, azionate il getto d’aria fredda del phon, lo sporco andrà ad imprigionarsi direttamente sul panno umido.
Dopo avere effettuato questo passaggio lavateli.
Preparate una miscela con 1 litro d’acqua calda, ½ bicchiere di alcol, ½ bicchiere di aceto bianco e 4 gocce di detersivo per i piatti. Proteggete il pavimento ed i mobili nelle vicinanze (con giornali o teli) e spruzzate la miscela sulla superficie e dentro ogni singola fessura. Lo sporco colerà a terrà. La parte esterna può essere tranquillamente pulita con una spugnetta morbida non abrasiva. Mi raccomando risciacquate bene con acqua. Cambiate l’acqua più volte finchè non resterà pulita.
Alla fine asciugate con un panno asciutto morbido.

Pulire i caloriferi: quando

Ovviamente questo non deve essere fatto giornalmente. Si consiglia in primavera appena vengono spenti o in autunno prima dell’accensione di fare una pulizia più accurata, ma abitualmente togliere la polvere per mantenere l’aria più salubre.

Pulire i caloriferi internamente


Se si vuole pulire davvero a fondo un calorifero sarebbe consigliabile prima della pulizia esterna provvedere alla pulizia interna del calorifero.
Pulire il termosifone dentro serve per rimuovere eventuali bolle d’aria che possono causare un ridotto funzionamento dell’impianto. Dovete quindi aprire la valvola utilizzando una pinza, far uscire l’acqua scura in una bacinella, richiudere la valvola, appena il calorifero finisce di sfiatare.

In alcuni casi, per effettuare la pulizia dei termosifoni è preferibile rivolgersi ad uno specialista. Ovvero quando si ha poco tempo a disposizione, si è allergici alla polvere, il numero di termosifoni presenti in casa è particolarmente elevato e ci sono danni strutturali, ruggine o perdite.

In questo caso l’Impresa di pulizie Carra è a vostra disposizione, non esistate a chiamarci per un preventivo gratuito e senza impegno. Continuate a seguirci, presto vi svelerò altri preziosissimi consigli.
A. Carra

Come pulire il ferro da stiro

Il ferro da stiro è un elettrodomestico ormai assolutamente irrinunciabile e di uso quotidiano. Pulire il ferro da stiro è infatti un’attività da svolgersi con una certa frequenza. Ho così deciso di scrivere un articolo che ti possa tornare utile nella tua routine di tutti i giorni e aiutarti sempre più concretamente.

Ti suggerisco, in ogni caso prima di procedere, di controllare il manuale di istruzioni del tuo apparecchio per apprendere eventuali necessità specifiche. Inoltre quando pulisci il ferro da stiro l’apparecchio deve essere sempre staccato dalla corrente e completamente freddo.

Se il tuo ferro da stiro inizia a non scorrere perfettamente sui vestiti e trascinarli via oppure noti dei residui sulla piastra, è giunto il momento di pulirlo. Basta infatti passare il ferro sopra stampe di magliette, decori e notare che qualche residuo rimane incollato sull’acciaio.

E’ infatti importante pulire il ferro da stiro almeno una volta al mese. Bisogna trattare la piastra ed i fori del vapore, punti in cui si potrebbero accumulare calcare o sporco, soprattutto se utilizzi acqua del rubinetto. Serve per proteggere sia i tuoi capi da eventuali macchie, ma soprattutto per mantenere in buono stato il ferro e consentirne un uso duraturo e corretto negli anni.

Arriviamo al dunque. Ecco per te alcuni suggerimenti naturali.

Pulire il ferro da stiro con sale ed aceto

Un rimedio naturale per eccellenza è utilizzare una miscela di sale ed aceto.

  • Scalda in un pentolino aceto di vino bianco e sale grosso in eguali porzioni.
  • Mescola di tanto in tanto per sciogliere il sale.
  • Togli dal fuoco quando l’aceto inizia a bollire.
  • Strofina la piastra del ferro con una spugnetta da cucina utilizzando la soluzione calda appena realizzata.
  • Mi raccomando indossa dei guanti per proteggere le mani dal liquido caldo e copri l’appoggio su cui stai lavorando.
  • Tratta bene i fori del vapore per rimuovere i depositi di calcare.

Mi raccomando non utilizzare spugne in metallo o troppo abrasive per non rigare la superficie della piastra.

L’aceto serve per dare brillantezza e splendore alla piastra e soprattutto l’igiene del tuo ferro.

Pulire il ferro da stiro con bicarbonato di sodio e limone

Una seconda soluzione prevede un altro rimedio naturale.

  • Mescola due cucchiai di bicarbonato di sodio, un cucchiaio d’acqua e un cucchiaio di succo di limone.
  • Ottieni così un composto pastoso da lasciare in posizione per qualche minuto.
  • Spalma questa pasta sul ferro da stiro concentrandoti sulle incrostazioni ostinate. Non stendere uno strato troppo spesso, è sufficiente che ricopra la superficie in maniera uniforme.
  • Togli poi l’impasto con un panno bagnato, devi eliminare tutto il bicarbonato e così i residui di sporcizia. Asciuga per bene l’elettrodomestico.
  • Al termine, porta il ferro sul lavandino e fai uscire tutta l’acqua che potrebbe essere entrata nei fori.
  • Infine riempi con dell’acqua il serbatoio e stira un panno non particolarmente importante perché potrebbe sporcarsi con gli ultimi residui rimasti nel ferro.
  • Accendilo alla massima potenza e trascinalo sullo straccio.
  • Getta l’acqua rimasta nel lavandino e lascialo raffreddare.

Continua a seguire il nostro blog, arriveranno presto altri utilissimi consigli per te. A. Carra

Come pulire le zanzariere

Montare le zanzariere a casa è stata la scelta più azzeccata che potevate fare per questa torrida ed afosa estate? Quello che però importante è pulire le zanzariere e disinfettarle periodicamente poiché catturano polvere ed acari. In questo articolo del mio blog vi darò qualche suggerimento e qualche trucchetto per prendervene cura.

E’ importante pulire le zanzariere ogni tre mesi per mantenerle in buono stato e garantire il ricircolo dell’aria all’interno della casa. Come prima cosa fate sempre molta attenzione, poiché che siano fisse, a plissé o scorrevoli, sono molto delicate e potrebbero strapparsi.

Preparazione alle pulizia delle zanzariere

Per procedere alla pulizia delle zanzariere bisogna munirsi di : un pennello a setole morbide, panno in microfibra, acqua, aceto, una bacinella e tanta pazienza.

Vi sconsiglio di evitare prodotti speciali come solventi o alcool, poiché potrebbero danneggiare la rete o addirittura in caso di lubrificanti o prodotti oleosi potrebbero favorire l’attacco di nuovo sporco impedendo il passaggio dell’aria.

Prima di passare al lavaggio e quindi alla pulizia vera e propria bisogna pulire la guida dove scorre la zanzariera con la bomboletta di aria compressa reperibile in un ferramenta. Una volta eliminata la polvere si passa, sempre nella guida, uno spray lubrificante al silicone in modo tale che la zanzariera possa scorrere liberamente senza intoppi.

Come pulire le zanzariere rimovibili

Le zanzariere rimovibili solo le più facili da pulire. Suggeriamo di sfruttare un terrazzo, un giardino o un cortile. In alternativa, una stanza ben areata proteggendo il pavimento.
Nel caso in cui la zanzariera abbia una rete metallica, ovvero rigida, è sufficiente sciacquarla sotto l’acqua corrente, eliminando polvere e sporco. Successivamente procedere con un panno morbido imbevuto di acqua e sapone di Marsiglia. Dopo sciacquate bene e asciugate con un panno di microfibra prima di rimontarle.
Nel caso abbia una rete in plastica, ossia pieghevole, bisogna immergerla in un recipiente contenente acqua tiepida e sapone, risciacquarla ed asciugarla con un panno morbido.

Come pulire le zanzariere fisse

Per pulire le zanzariere fisse la prima cosa da fare è abbassare la persiana o la tapparella, così da creare una sorta di sostegno al telo.
Procedete poi a rimuovere la polvere avvalendovi di un pennello a setole morbide. Si elimina la polvere depositata sulla rete, ma senza fare troppa pressione per evitare che la zanzariera esca dal telaio.

Si può anche procedere con un aspirapolvere, al quale però occorre aggiungere la bocchetta piccola e passarla in modo gentile sulla rete ad una potenza minima.

Munirsi di un recipiente con 3 litri di acqua e 3-4 cucchiai di aceto (in caso di zanzariere molto sporche, unite alla soluzione anche due cucchiai di sapone di Marsiglia o di detersivo delicato per piatti), e strofinare con una spugna la superficie della zanzariera.

In caso di zanzariere a rullo, si può procedere sempre con acqua e sapone. E’ importante però anche spruzzare uno spray sanificante per lubrificare il rullo, avvalendosi di una bomboletta spray ad aria compressa, per rimuovere la polvere accumulatasi ai lati, ed applicare uno spray lubrificante ed antiossidante.

Per quanto riguarda le tapparelle plissé, ovvero dotate di telo a pieghe, il metodo di pulitura non cambia. L’unico accorgimento da adottare prima di procedere con la pulizia, è di mettere un sostegno in cartone o meglio in plastica, dietro la zanzariera così da tenerla ferma, per agevolare le operazioni di pulitura. Inoltre vanno pulite una parte alla volta, o comunque mai quando sono completamente aperte, in modo da ridurre la pressione sulla tela.


Se vi sembra troppo difficile e faticoso affidatevi a dei professionisti come noi e contattateci.
A presto con altri nuovi consigli. Continuate a seguire il nostro blog.
A. Carra

1 2 3 5